REGOLAMENTO SULLE SOSTANZE ECONOMICHE

Nell’ambito dell’impegno degli Emirati Arabi Uniti in quanto membro del Quadro inclusivo dell’OCSE e in risposta a una valutazione del quadro fiscale degli Emirati Arabi da parte del Gruppo di condotta sul codice di condotta dell’Unione europea (“UE”) in materia di tassazione delle imprese, gli Emirati Arabi Uniti hanno introdotto una Risoluzione su la sostanza economica (risoluzione del gabinetto dei ministri n. 31 del 2019, i “regolamenti”) del 30 aprile 2019. L’11 settembre 2019 sono state emanate indicazioni che forniscono ulteriori chiarimenti sull’applicazione dei regolamenti. I regolamenti richiedono gli Emirati Arabi Uniti a terra e in zona franca società e altri moduli commerciali degli Emirati Arabi Uniti che svolgono una delle “Attività rilevanti” elencate di seguito per mantenere un’adeguata “presenza economica” negli Emirati Arabi Uniti rispetto alle attività che svolgono.

Attività rilevanti:

Attività bancarie

Affari assicurativi

Gestione dei fondi di investimento

Leasing – Affari finanziari

Headquarter Business

Attività di spedizione

Holding Company Business

Affari di proprietà intellettuale (“IP”)

Centro di distribuzione e assistenza

Il regolamento fornisce una definizione per ciascuna delle attività sopra menzionate. Le disposizioni del Regolamento non si applicano alle Società in cui il Governo Federale degli Emirati Arabi Uniti o il Governo di qualsiasi Emirato degli Emirati Arabi Uniti, o qualsiasi autorità o ente governativo o uno di essi detengano almeno il 51% della proprietà diretta o indiretta nella loro quota capitale. I regolamenti si applicano agli esercizi che iniziano al 1 gennaio 2019 o in data successiva. Le entità regolate dai regolamenti dovranno presentare una notifica alla propria autorità di regolamentazione (definita ai sensi della decisione del Consiglio dei Ministri (58) del 2019, emessa il 4 settembre 2019) dal 1 gennaio 2020 in poi e preparare e presentare alla stessa autorità di regolamentazione una dichiarazione di sostanza economica entro 12 mesi dalla fine dell’esercizio finanziario (ad es. 31 dicembre 2020 per le entità con un esercizio finanziario che termina il 31 dicembre 2019). Un’entità non è tenuta a soddisfare il test della sostanza economica e presentare una dichiarazione di sostanza economica per qualsiasi periodo finanziario in cui non ha ottenuto ricavi da un’attività rilevante. La mancata osservanza da parte di un’entità dei regolamenti comporta sanzioni amministrative, lo scambio spontaneo di informazioni con l’autorità estera competente (come definita nell’articolo 1 dei regolamenti) e la potenziale sospensione, revoca o non rinnovo della sua registrazione.

1. Perché gli Emirati Arabi Uniti hanno introdotto i regolamenti sulle sostanze economiche?

Gli Emirati Arabi Uniti hanno introdotto i Regolamenti sulle sostanze economiche per onorare l’impegno degli Emirati Arabi Uniti come membro del Quadro inclusivo dell’OCSE sui BEPS e in risposta a una revisione del quadro fiscale degli Emirati Arabi Uniti da parte dell’UE che ha portato gli Emirati Arabi Uniti a essere inclusi nell’elenco UE di giurisdizioni cooperative a fini fiscali (lista nera UE). L’emissione dei regolamenti sulle sostanze economiche il 30 aprile 2019 (i regolamenti) e la successiva pubblicazione della guida sull’applicazione dei regolamenti l’11 settembre 2019 erano un requisito per la rimozione degli EAU dalla lista nera dell’UE il 10 ottobre 2019. Lo scopo dei regolamenti è garantire che le entità degli Emirati Arabi Uniti che intraprendono determinate attività (cfr. Domanda 4) non siano utilizzate per attrarre artificialmente profitti non commisurati all’attività economica svolta negli Emirati Arabi Uniti.

2. Qual è il primo esercizio finanziario da segnalare?

Il regolamento si applica agli esercizi che iniziano al 1 gennaio 2019 o successivamente.

Esempio 

1: una società degli Emirati Arabi Uniti con esercizio finanziario compreso tra il 1 ° gennaio 2019 e il 31 dicembre 2019: il primo periodo valutabile sarebbe compreso tra il 1 ° gennaio 2019 e il 31 dicembre 2019.

2: una società degli Emirati Arabi Uniti con esercizio finanziario compreso tra il 1 ° aprile 2019 e il 31 marzo 2020: il primo periodo valutabile sarebbe compreso tra il 1 ° aprile 2019 e il 31 marzo 2020. Non è necessario rispettare i regolamenti per il periodo 1 ° gennaio 2019-31 marzo 2019.

3. Chi sono le “Autorità regolatorie”?

I regolamenti sono amministrati dalle autorità di regolamentazione elencate nella risoluzione del gabinetto n. (58) del 2019 Determinazione delle autorità di regolamentazione interessate alle attività commerciali menzionate nella risoluzione del gabinetto n. (31) del 2019 concernente le norme sulle sostanze economiche.

4. Chi è soggetto ai regolamenti?

I regolamenti si applicano alle società degli Emirati Arabi Uniti onshore e in zone franche, filiali, società di persone e altri moduli commerciali degli Emirati Arabi Uniti (denominati Licenziatari) che svolgono una delle seguenti attività pertinenti. 

● Attività bancarie 

● Imprese di assicurazione 

● Attività di gestione di fondi di investimento 

● Società di leasing finanziario 

● Attività commerciali

 ● Imprese di spedizione 

● Società di partecipazione 

● Imprese di proprietà intellettuale 

● Aziende di centri di distribuzione e assistenza

5. Cosa significa essere soggetti ai regolamenti?

Per ogni periodo finanziario in cui un licenziatario guadagna reddito da un’attività pertinente, dovrà superare un test sulla sostanza economica in relazione a tale attività. Il test della sostanza economica richiede al licenziatario di dimostrare che: 

● il licenziatario e l’attività pertinente sono diretti e gestiti negli Emirati Arabi Uniti; 

● le pertinenti attività di generazione del reddito principale (CIGA) sono condotte negli Emirati Arabi Uniti; 

● il licenziatario ha dipendenti, locali e spese adeguati negli Emirati Arabi Uniti. Oltre a un obbligo di notifica annuale, i licenziatari che intraprendono e guadagnano da un’attività pertinente sono tenuti a presentare un reso di sostanza economica entro 12 mesi dalla fine del relativo periodo finanziario (vedere Amministrazione).

6. Il Regolamento si applica solo alle entità degli Emirati Arabi Uniti che fanno parte di un gruppo multinazionale straniero o che sono di proprietà di un azionista straniero?

No. I regolamenti impongono requisiti di sostanza economica a qualsiasi entità degli Emirati Arabi Uniti che svolge un’attività rilevante, indipendentemente dal fatto che l’entità degli Emirati Arabi Uniti appartenga a un gruppo multinazionale estero. Tuttavia, un’attività di distribuzione con sede negli Emirati Arabi Uniti, un’attività di centro servizi, un’impresa principale o un’attività di PI ad alto rischio rientrerebbe nell’ambito di applicazione dei regolamenti solo se l’entità degli Emirati Arabi Uniti effettuasse transazioni con società del gruppo estero. Attività di distribuzione, centro servizi, quartier generale e PI ad alto rischio in cui le transazioni tra entità degli Emirati Arabi Uniti non sono soggette ai requisiti di sostanza economica.

7. Una società registrata nell’ambito di un regime di società in zone franche “offshore” è soggetta ai regolamenti?

Sì, se la società “offshore” intraprende un’attività pertinente.

8. Le attività elencate nella licenza commerciale determinano se un licenziatario intraprende un’attività rilevante?

No. Sebbene la licenza commerciale possa effettivamente dichiarare l’attività pertinente, per determinare se un licenziatario intraprende un’attività pertinente e rientri nel campo di applicazione dei regolamenti è necessario utilizzare un approccio basato sulla sostanza. Ciò significa guardare oltre quanto indicato nella licenza commerciale per le attività effettivamente intraprese dal Licenziatario durante un periodo finanziario.

9. Chi è esente dal Regolamento?

I licenziatari che sono direttamente o indirettamente almeno il 51% di proprietà del governo federale o di un governo degli Emirati, o di un ente o autorità del governo degli Emirati Arabi Uniti, sono esenti dal regolamento.

10. Cosa succede se un licenziatario non intraprende un’attività rilevante durante un periodo finanziario?

Se un licenziatario non intraprende un’attività rilevante durante un periodo finanziario, non è necessario che soddisfi il test della sostanza economica. Il licenziatario non sarebbe tenuto a notificare (vedi domanda 38) la propria autorità di regolamentazione o a presentare un reso di sostanza economica (vedi domanda 39) per il periodo finanziario pertinente.

11. Cosa succede se un licenziatario intraprende un’attività pertinente, ma non guadagna alcun reddito da tale attività durante un periodo finanziario?

Se un licenziatario non intraprende un’attività rilevante durante un periodo finanziario, non è necessario che soddisfi il test della sostanza economica. Il licenziatario non sarebbe tenuto a notificare (vedi domanda 38) la propria autorità di regolamentazione o a presentare un reso di sostanza economica (vedi domanda 39) per il periodo finanziario pertinente.

Un licenziatario che intraprende un’attività pertinente ma che non guadagna entrate da questa attività in un periodo finanziario non è tenuto a soddisfare il test della sostanza economica per quel periodo. Sebbene il licenziatario debba comunque presentare una notifica alla propria autorità di regolamentazione, non è tenuto a presentare un reso di sostanza economica per il periodo finanziario in questione.

12. Se tutto il reddito derivante dall’attività pertinente viene realizzato al di fuori degli Emirati Arabi Uniti, il licenziatario è esente dal regolamento?

No, questo Licenziatario non è esente dal Regolamento. Le entrate derivanti da un’attività pertinente per le quali il licenziatario deve dimostrare sostanza economica negli Emirati Arabi Uniti comprendono tutte le entrate, comprese le entrate generate dal Licenziatario al di fuori degli Emirati Arabi Uniti.

13. Qual è la sostanza economica “adeguata” o “appropriata”?

Gli Emirati Arabi Uniti riconoscono che le imprese variano per dimensioni e natura e che ciò che è adeguato e appropriato dipenderà dalla natura e dal livello delle attività svolte e dal livello di reddito guadagnato dal licenziatario. I regolamenti e le Linee guida non forniscono quindi uno standard “minimo” per ciò che è considerato “adeguato” o “appropriato”. Le autorità di regolamentazione dovrebbero adottare un approccio pragmatico nel valutare se un licenziatario ha superato il test sulla sostanza economica, riconoscendo che il tipo e il livello di attività di un licenziatario possono variare nel corso di un periodo finanziario e di anno in anno.

14. La sostanza economica sarà valutata su base di un licenziatario dalla base del licenziatario o i licenziatari che fanno parte dello stesso gruppo possono scegliere di essere valutati su una base “consolidata”?

No. I regolamenti non consentono ai licenziatari che fanno parte dello stesso gruppo di essere aggregati ai fini della sostanza economica. Ciascun licenziatario dovrà conformarsi ai regolamenti e dimostrare la sostanza economica su base individuale. Ciò detto, la sostanza economica pertinente (personale, funzioni, attività, ecc.) mantenuta negli Emirati Arabi Uniti da altre società del gruppo può essere presa in considerazione se tale sostanza economica è messa a disposizione del Licenziatario nell’ambito di un accordo di tipo di servizio / esternalizzazione (vedi domanda 21).

15) Un licenziatario deve tenere riunioni del consiglio negli Emirati Arabi Uniti?

Sì, un numero adeguato di riunioni del consiglio dovrebbe essere tenuto negli Emirati Arabi Uniti. Ciò che viene considerato un numero adeguato di riunioni del consiglio dipenderà dalla natura e dalla portata dell’attività pertinente intrapresa dal licenziatario. Per ogni riunione del consiglio di amministrazione negli Emirati Arabi Uniti: 

● un quorum di amministratori deve essere fisicamente presente negli Emirati Arabi Uniti;  

● i verbali delle riunioni devono essere mantenuti e firmati negli Emirati Arabi Uniti; 

● gli amministratori che partecipano alla riunione del consiglio devono possedere le capacità e le competenze necessarie per adempiere ai loro doveri fiduciari. Non è necessario che le attività di una società di partecipazione siano dirette e gestite negli Emirati Arabi Uniti, tranne nei casi in cui ciò è richiesto dall’autorità competente per le licenze.

16. I dipendenti che eseguono i CIGA devono essere residenti negli Emirati Arabi Uniti?

I dipendenti che svolgono le CIGA di un licenziatario dovrebbero in linea di principio essere residenti negli Emirati Arabi Uniti. I dipendenti non residenti o altre persone contano ai fini della sostanza economica di un licenziatario negli Emirati Arabi Uniti solo se le attività rilevanti sono svolte mentre l’individuo è fisicamente presente negli Emirati Arabi Uniti, e sotto la direzione del Licenziatario e il licenziatario sostiene i costi rilevanti dell’individuo non residente.

17. I direttori del licenziatario devono essere residenti negli Emirati Arabi Uniti?

No, i direttori devono essere fisicamente presenti negli Emirati Arabi Uniti solo per partecipare alle pertinenti riunioni del Consiglio del licenziatario.

18. Gli amministratori possono essere considerati dipendenti?

Sì, gli amministratori che oltre a svolgere le loro funzioni fiduciarie svolgono anche CIGA possono essere conteggiati come dipendenti del licenziatario ai fini del superamento del test sulla sostanza economica.

19. Avere un certificato di residenza fiscale degli Emirati Arabi Uniti per un periodo finanziario è la prova del rispetto del test della sostanza economica per quel periodo rilevante?

No, mentre ottenere un Certificato di residenza fiscale degli Emirati Arabi Uniti richiede una certa presenza minima negli Emirati Arabi Uniti, un Certificato di residenza fiscale degli Emirati Arabi Uniti in sé non è la prova che un Licenziatario abbia una sostanza economica adeguata negli Emirati Arabi Uniti in relazione all’attività pertinente e al reddito ottenuto da questa attività.

20. Cosa può esternalizzare un licenziatario?

Un licenziatario può esternalizzare una o tutte le sue CIGA fintanto che le attività esternalizzate sono svolte negli Emirati Arabi Uniti. In pratica, ciò significa che un licenziatario può utilizzare dipendenti e beni fisici con sede negli Emirati Arabi Uniti (compresi i locali) di terzi o entità correlate per soddisfare il test sulle sostanze economiche. Un licenziatario non può esternalizzare “diretto e gestito”, in quanto il licenziatario è tenuto a dimostrare supervisione e controllo della sua Attività rilevante negli Emirati Arabi Uniti.

21. A chi può esternalizzare un licenziatario?

Un licenziatario può esternalizzare, contrarre o delegare CIGA a parti correlate o a fornitori di servizi di terze parti, purché il licenziatario monitori e mantenga la capacità di controllare le attività esternalizzate.

22. Cosa dovrebbe fare un licenziatario nell’ambito di un accordo di esternalizzazione?

Un licenziatario dovrebbe: 

● Avere un’adeguata supervisione dell’attività esternalizzata;  

● Garantire che l’attività esternalizzata sia condotta negli Emirati Arabi Uniti; 

● Garantire che il fornitore di outsourcing abbia una sostanza adeguata negli Emirati Arabi Uniti;  

● Assicurarsi che non vi sia un doppio conteggio delle risorse dei fornitori di outsourcing. Quanto sopra può essere evidenziato attraverso accordi contrattuali che regolano il rapporto e le responsabilità di ciascuna parte.

23. Un licenziatario può esternalizzare una qualsiasi delle sue attività a una persona straniera?

Le attività che non sono CIGA (ad es. Funzioni di back office) possono essere esternalizzate a parti correlate o fornitori di servizi di terze parti che si trovano al di fuori degli Emirati Arabi Uniti senza influire negativamente sulla sostanza economica del Licenziatario negli Emirati Arabi Uniti.

24. Che cosa è un business “centro di distribuzione e assistenza”?

Un’attività “Centro di distribuzione e assistenza” si riferisce a due attività distinte che rientrano in una rubrica “Attività pertinenti”. Un’entità degli Emirati Arabi Uniti è considerata impegnata in un’attività di distribuzione se: 

● acquista beni da una persona connessa estera; 

● Importare tali beni negli Emirati Arabi Uniti; 

● Distribuisce tali beni al di fuori degli Emirati Arabi Uniti. Un’entità degli Emirati Arabi Uniti è considerata impegnata in un’attività del centro servizi se: 

● Fornisce servizi a una persona connessa straniera;  

● Tali servizi sono in relazione con l’attività della persona connessa straniera al di fuori degli Emirati Arabi Uniti. I requisiti di sostanza economica per un’attività di distribuzione e centro servizi sono applicabili alle entità degli Emirati Arabi Uniti la cui attività principale è la distribuzione e / o le operazioni dei centri servizi. I licenziatari che operano nel settore bancario, assicurativo, della gestione dei fondi di investimento, del leasing finanziario, delle spedizioni o delle attività commerciali possono anche acquistare beni e / o fornire servizi a società del gruppo straniere come parte normale delle loro operazioni commerciali. Per impedire la duplicazione di report, tali licenziatari non sono considerati coinvolti in attività di distribuzione e assistenza. Le entità degli Emirati Arabi Uniti che acquistano e vendono merci da e verso terzi, o che forniscono servizi a terzi, non sono soggette ai regolamenti (come attività di distribuzione e centro servizi).

25. Che cos’è un’azienda di holding?

Un’entità degli Emirati Arabi Uniti è considerata impegnata in una società di partecipazione se: 

● detiene solo partecipazioni azionarie in persone giuridiche; 

● Guadagna solo dividendi e plusvalenze dalle sue partecipazioni. Un’entità degli Emirati Arabi Uniti che detiene altre attività o guadagna altre forme di reddito non sarà considerata una Società di partecipazione. Laddove la detenzione di tali altre attività o lo svolgimento di altre attività commerciali costituiscano una diversa “Attività rilevante” (ad es. Un’attività di leasing finanziario), l’entità degli Emirati Arabi Uniti sarebbe soggetta alle Norme relative a quell’altra Attività rilevante.

26. I fondi di investimento sono soggetti ai regolamenti in quanto società di partecipazione?

No, un fondo di investimento non è considerato un’attività di holding.

27. Una società holding deve dimostrare sostanza economica?

Sì, tuttavia una Società di partecipazione è soggetta a requisiti di sostanza ridotta come segue: 

● Rispettare i requisiti di segnalazione / conformità esistenti ai sensi delle normative applicabili al Licenziatario;  

● Avere dipendenti e beni materiali adeguati (ad es. Locali) Non è richiesta un’attività di holding; 

● essere “diretto e gestito” negli Emirati Arabi Uniti (se non diversamente previsto dalle norme e dai regolamenti delle autorità di regolamentazione); o 

● Avere / dimostrare spese adeguate negli Emirati Arabi Uniti

28. Quali sono le condizioni affinché un’azienda IP sia considerata “ad alto rischio”?

La Condizione A o B come indicato di seguito deve essere soddisfatta affinché un’azienda IP sia considerata “ad alto rischio”.

Condizione A
devono essere soddisfatte tutte le seguenti condizioni
Il licenziatario non ha creato l’asset IP che detiene ai fini della propria attività;
Il licenziatario ha acquisito l’asset IP da: una persona connessa, o in considerazione del finanziamento della ricerca e dello sviluppo da parte di un’altra persona situata in un paese diverso dagli Emirati Arabi Uniti;
Il licenziatario: concede in licenza l’asset IP a una o più persone connesse o in caso contrario genera entrate dall’attività in conseguenza delle attività svolte da persone collegate all’estero
Condizione B
Il licenziatario non svolge attività di ricerca e sviluppo, né di branding, marketing e distribuzione nell’ambito dell’attività generatrice di reddito principale degli Emirati Arabi Uniti

​ 29. Cosa significa se un licenziatario ha un’attività IP “ad alto rischio”?

1. Le informazioni vengono automaticamente condivise con l’autorità estera competente della società madre, della società ultima e del proprietario effettivo ultimo; 

2. Si presume che il licenziatario non soddisfi il test sulle sostanze economiche, a meno che il licenziatario non soddisfi i requisiti sulle sostanze maggiorate. L’aumento dei requisiti relativi alle sostanze (oltre a quelli indicati nella domanda 5) richiede a un licenziatario IP ad alto rischio di dimostrare (e presentare prove) che:

● ha (avuto) un alto grado di controllo sullo sviluppo dell’asset IP; 

● ha dipendenti a tempo pieno adeguati con le qualifiche necessarie che risiedono e svolgono permanentemente le loro attività negli Emirati Arabi Uniti – dovrebbero essere fornite informazioni pertinenti sui dipendenti (ad es. esperienza, contratti, qualifiche ecc.); 

● ha un piano aziendale che mostra le ragioni per detenere il PI negli Emirati Arabi Uniti;

30. Che cos’è un’attività di gestione di fondi di investimento degli Emirati Arabi Uniti?

Un’entità degli EAU che fornisce servizi discrezionali di gestione degli investimenti ai veicoli di investimento collettivo situati negli Emirati Arabi Uniti o in una giurisdizione diversa. Un’attività di gestione di fondi di investimento include decisioni discrezionali di investimento, disinvestimento e relative al rischio per conto di un fondo di investimento. Le entità degli Emirati Arabi Uniti che forniscono altri tipi di servizi relativi ai fondi di investimento come l’amministrazione dei fondi, la consulenza sugli investimenti e i servizi di custodia non sono considerate impegnate in un’impresa di gestione di fondi di investimento.

31. Che cos’è un’attività di leasing finanziario?

Un’entità degli Emirati Arabi Uniti è considerata impegnata in un’attività di leasing finanziario se fornisce credito o affitto beni, attrezzature o altri beni a terzi. La concessione di credito comprende la concessione di prestiti e la stipula di altri accordi di finanziamento come contratti di acquisto di contratti di locazione e leasing finanziari. I licenziatari impegnati in attività bancarie, assicurative e di gestione di fondi possono anche svolgere attività di leasing o di finanziamento come parte normale delle loro operazioni commerciali. Per impedire la duplicazione di segnalazioni, tali Licenziatari non sono anche considerati impegnati in un’attività di leasing finanziario e non dovranno dimostrare separatamente la sostanza economica in relazione a eventuali attività accessorie di leasing finanziario.

32. I prestiti a un’altra entità del gruppo sono considerati un “Leasing-Finance Business”?

Sì, un’entità degli Emirati Arabi Uniti che concede un prestito o fornisce qualsiasi altra forma di credito a una società degli Emirati Arabi Uniti o di un gruppo straniero a titolo oneroso (ad esempio interessi) sarà considerata impegnata in un’attività di leasing finanziario.

33. L’investimento e la negoziazione in titoli di debito sono considerati attività di leasing finanziario?

No, le entità degli Emirati Arabi Uniti che investono e detengono obbligazioni e altri titoli di debito negoziati in una borsa regolamentata non sono considerate impegnate in attività di leasing finanziario.

34. Cosa succede se non vi è alcun corrispettivo da pagare per il credito fornito?

I regolamenti non si applicano al credito e ad altri accordi di finanziamento e leasing in cui non vi sono aspettative di considerazione sotto forma di interessi, commissioni, pagamenti di locazione, plusvalenze o qualsiasi altra forma di compensazione. La concessione di una garanzia a favore del prestatore non costituirebbe considerazione.

35. Che cos’è un’attività principale?

Un’entità degli Emirati Arabi Uniti che fornisce servizi ad altre entità del gruppo estero e attraverso la fornitura di tali servizi:

● ha assunto la responsabilità del successo complessivo del gruppo; oppure

● è responsabile di un aspetto importante delle prestazioni del gruppo.

36. Un’entità deve essere la società “capogruppo” per essere considerata un’attività principale?

No, la struttura societaria di un gruppo non è rilevante per determinare se un’entità degli Emirati Arabi Uniti all’interno del gruppo è impegnata in un’attività principale. Il fatto che un’entità sia impegnata in una sede principale dipende interamente dalla natura dei servizi forniti alle società del gruppo estero.

37. Un’entità può essere considerata impegnata in un’attività principale oltre a svolgere un’altra attività rilevante?

Forse, se le attività rilevanti formano due o più attività commerciali distinte. Tuttavia, se un’attività che potrebbe altrimenti rientrare nella definizione di attività di sede principale fa parte di un’altra attività pertinente principale del licenziatario, il licenziatario non sarebbe considerato coinvolto in un’attività di sede. Ad esempio, una consociata degli Emirati Arabi Uniti di un gruppo assicurativo captive non sarà considerata in grado di svolgere un “Headquarter Business” semplicemente perché si assume un rischio sostanziale per conto del gruppo.

38. Chi deve avvisare entro il 30 giugno 2020?

Solo le imprese che intraprendono un’attività rilevante con un esercizio finanziario che inizia il 1 gennaio 2019 o successivamente e termina il 31 dicembre 2019 o precedente tale data devono presentare una notifica entro il 30 giugno 2020.

39. Quando un’impresa con un esercizio finanziario che termina dopo il 31 dicembre 2019 (ad esempio un esercizio finanziario che termina il 31 marzo 2020 o il 30 giugno 2020) dovrebbe presentare una notifica?

Sebbene l’autorità di regolamentazione possa autorizzare o richiedere di presentare una notifica per i periodi finanziari che terminano dopo il 31 dicembre 2019 (ad esempio, 31 marzo 2020 o 30 giugno 2020) entro il 30 giugno 2020, ciò non è un requisito ai sensi dei regolamenti sulle sostanze economiche. Il termine legale per i periodi che terminano dopo il 31 dicembre 2019 sarà comunicato a tempo debito. Nessuna penalità amministrativa per le sostanze economiche si applica alle imprese con un periodo da segnalare che termina dopo il 31 dicembre 2019 per le notifiche non presentate entro il 30 giugno 2020.

40. Chi deve presentare un ritorno sulla sostanza economica ed entro quando?

Solo i licenziatari che guadagnano reddito da un’attività rilevante durante il periodo finanziario in questione e che non sono esenti dai regolamenti sono tenuti a dimostrare sostanza economica negli Emirati Arabi Uniti e presentare un rendimento di sostanza economica. I rendimenti delle sostanze economiche devono essere presentati entro 12 mesi dalla fine del periodo finanziario pertinente.

41. Quali sono le sanzioni per l’inosservanza?

Mancata notifica: AED da 10k a 50k per mancata fornitura di informazioni accurate o complete: 

● Penalità di AED da 10k a 50k;  

● Ritenuta incapace di dimostrare sostanza economica negli Emirati Arabi Uniti Mancata dimostrazione di sostanza economica sufficiente negli Emirati Arabi Uniti per l’esercizio finanziario pertinente: primo fallimento 

● Penalità di AED da 10k a 50k;  

● Scambio di informazioni con l’autorità competente estera di: (1) società madre, (2) società madre ultima e (3) proprietario beneficiario finale. Seconda istanza consecutiva di fallimento 

● Scambio di informazioni con l’autorità competente estera di: (1) società madre, (2) società madre ultima e (3) proprietario beneficiario finale; e 

● Penalità di AED da 100k a 300k;  

● La licenza commerciale / commerciale potrebbe essere: sospesa, revocata o non rinnovata.

42. Cosa dovrebbe considerare un licenziatario prima della fine di un periodo finanziario?

Quanto segue è inteso come un elenco non esaustivo di questioni che un Licenziatario dovrebbe considerare (e azioni, ove pertinenti) prima della fine di un periodo finanziario: 

● valutare quali (eventuali) attività rilevanti ha svolto durante il periodo finanziario (applicando un approccio “sostanza sulla forma”); 

● valutare l’ammontare e il tipo di reddito guadagnato (se presente) dall’attività pertinente durante l’esercizio finanziario; 

● Tenere riunioni del consiglio con un quorum di amministratori fisicamente presenti negli Emirati Arabi Uniti; 

● Assicurare che i verbali delle riunioni del consiglio siano firmati e mantenuti negli Emirati Arabi Uniti; 

● Identificare l’importo e il tipo di spese e le attività basate negli Emirati Arabi Uniti (inclusi i locali) in relazione all’attività pertinente e garantire che l’accesso alle attività (inclusi i locali) possa essere dimostrato (attraverso accordi e registri finanziari) 

● Identificare il numero di dipendenti a tempo pieno con sede negli Emirati Arabi Uniti o altro personale (e le loro qualifiche) responsabili dello svolgimento dell’attività rilevante del licenziatario; e 

● Garantire il controllo e la supervisione di eventuali accordi di esternalizzazione, ad esempio mediante accordi contrattuali. Potrebbero essere necessarie ulteriori azioni per garantire che un Licenziatario possa dimostrare una sostanza economica sufficiente negli Emirati Arabi Uniti per un periodo finanziario rilevante e le considerazioni di cui sopra possono differire laddove un Licenziatario abbia una Società di partecipazione o un Business IP ad alto rischio.

LA NOTIFICA:

Qual è lo scopo della notifica?

La notifica è un metodo per le autorità di regolamentazione per raccogliere alcune informazioni iniziali relative ai licenziatari e alle loro attività negli Emirati Arabi Uniti per il periodo di riferimento rilevante. Le informazioni fornite come parte della notifica sono un prerequisito per la presentazione di un reso di sostanza economica per lo stesso periodo (se necessario).

Chi deve inviare una notifica?

Un’impresa deve presentare una notifica alla propria autorità di regolamentazione se intraprende una delle seguenti attività pertinenti durante il periodo contabile pertinente:

  • Attività bancarie
  • Affari assicurativi
  • Gestione dei fondi di investimento
  • Attività di leasing finanziario
  • Sede commerciale
  • Attività di spedizione
  • Holding Company Business
  • Attività di proprietà intellettuale
  • Centro di distribuzione e assistenza

Per ulteriori informazioni e una spiegazione su ciascuna delle attività rilevanti di cui sopra, consultare la Guida alle attività pertinenti.

Qual è il periodo di riferimento?

Il periodo di riferimento è il periodo finanziario a cui si riferisce la notifica a quello iniziato il 1o gennaio 2019 o successivamente.

La fine del periodo di riferimento deve corrispondere all’esercizio [fine] dell’attività e al periodo di preparazione del bilancio (se presente).

A quale periodo devono essere riferite le informazioni fornite dal Licenziatario nella Notifica?

Le informazioni fornite da un licenziatario nella Notifica devono riferirsi al Periodo Riportabile del Licenziatario.

Ad esempio, un licenziatario che invia una notifica a giugno 2020 per il periodo di notifica che termina il 31 dicembre 2019 dovrebbe fornire informazioni per il periodo 1 gennaio 2019 (o una data successiva per un licenziatario stabilita dopo il 1 gennaio 2019, ma che ha stabilito un primo 31 dicembre 2019 fine esercizio finanziario) al 31 dicembre 2019.

Qual è la scadenza per presentare la notifica all’autorità di regolamentazione?

30 giugno 2020 per le imprese con un esercizio finanziario che inizia il 1 gennaio 2019 o successivamente e termina il 31 dicembre 2019 o prima. Il termine legale per le imprese con una diversa chiusura dell’esercizio finanziario verrà comunicato a tempo debito.

Che cosa succede se l’azienda ha un esercizio finanziario che termina dopo il 31 dicembre 2019, ad esempio un esercizio finanziario che termina il 31 marzo 2020 o il 30 giugno 2020?

Sebbene l’autorità di regolamentazione possa autorizzare o richiedere di presentare una notifica per i periodi finanziari che terminano dopo il 31 dicembre 2019 (ad esempio, 31 marzo 2020 o 30 giugno 2020) entro il 30 giugno 2020, ciò non è un requisito ai sensi dei regolamenti sulle sostanze economiche. Il termine legale per i periodi che terminano dopo il 31 dicembre 2019 sarà comunicato a tempo debito. Nessuna penalità amministrativa per le sostanze economiche si applica alle imprese con un periodo da segnalare che termina dopo il 31 dicembre 2019 per le notifiche non presentate entro il 30 giugno 2020.

Che cosa succede se l’azienda ha un esercizio finanziario iniziato nel 2018 e terminato nel 2019 (ad es. dal 1 ° luglio 2018 al 30 giugno 2019): è richiesto al business di presentare una notifica?

No. Le norme sulla sostanza economica si applicano solo agli esercizi che iniziano al 1 gennaio 2019 o successivamente.

Nell’esempio sopra, il primo periodo da segnalare del Licenziatario sarà dal 1 ° luglio 2019 al 30 giugno 2020 e non vi è alcun obbligo legale per l’azienda di presentare una notifica per questo periodo entro il 30 giugno 2020. Il termine legale per la presentazione delle notifiche per il periodo che termina Il 30 giugno 2020 verrà comunicato a tempo debito.

Che cosa succede se l’attività ha un lungo primo periodo contabile iniziato nel 2018 e terminato nel 2019 (ad es. dal 1 giugno 2018 al 31 dicembre 2019): è necessario che l’azienda presenti una notifica per questo periodo entro il 30 giugno 2020?

No, nell’esempio di cui sopra, il primo periodo da segnalare del Licenziatario sarà dal 1 ° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020 e la prima notifica sarebbe dovuta nel 2021, il cui termine sarà comunicato a tempo debito.

Se l’azienda non intraprende un’attività pertinente, è comunque necessario presentare una notifica?

Ai sensi dei regolamenti sulle sostanze economiche, solo le imprese che intraprendono un’attività pertinente durante un periodo di riferimento sono tenute a presentare una notifica. Tuttavia, alcune autorità di regolamentazione possono richiedere a tutte le aziende di inviare una notifica, indipendentemente dalla loro attività.

Se l’attività di un’azienda è cambiata durante un periodo di riferimento – quale attività deve essere riportata nella notifica?

L’azienda deve riportare tutte le attività rilevanti intraprese durante il periodo di riferimento.

Dove può trovare un licenziatario chi è la sua autorità di regolamentazione?

Le autorità di regolamentazione competenti ai fini del regolamento sulle sostanze economiche sono stabilite nella risoluzione del gabinetto dei ministri n. 58 del 2019. In generale, l’autorità di regolamentazione è l’autorità che ha rilasciato la licenza commerciale / permesso all’azienda. Le principali eccezioni a questa regola generale riguardano:

  • Le imprese registrate a terra, che dovrebbero presentare la loro notifica al Ministero dell’Economia
  • Banche autorizzate dalla Banca centrale degli Emirati Arabi Uniti (per le loro entità che non sono autorizzate / regolamentate dal DIFC o dall’ADGM)
  • Compagnie assicurative che sono regolate dall’autorità assicurativa
  • Gestione dei fondi di investimento Attività autorizzate dall’Autorità degli strumenti finanziari e delle materie prime

Laddove un licenziatario disponga di una doppia licenza, deve presentare una sola notifica all’Autorità di regolamentazione che ha rilasciato la licenza commerciale / principale / commerciale principale del Licenziatario quando è stato incorporato / registrato per la prima volta nella giurisdizione in cui tale Licenziatario ha sede, dipendenti e altri documenti aziendali pertinenti.

La notifica è un requisito annuale?

Sì, è necessario presentare una notifica ogni anno.

Come inviare una notifica?

Consultare l’autorità di regolamentazione per confermare il meccanismo per l’invio della notifica.

È possibile presentare una singola notifica per più licenziatari?

No, ciascun licenziatario deve presentare una notifica su base autonoma, indipendentemente dal fatto che il licenziatario faccia parte di un gruppo consolidato a fini contabili.

Cosa succede se un’azienda è stata costituita / registrata dopo l’entrata in vigore del Regolamento sulle sostanze economiche – è necessario presentare una notifica entro la scadenza del 30 giugno?

Il Regolamento sulle sostanze economiche si applica agli esercizi che iniziano al 1 gennaio 2019 o successivamente. Qualsiasi Licenziatario con un esercizio finanziario che inizia il 1 gennaio 2019 o successivamente e che termina il 31 dicembre 2019 dovrà presentare una notifica entro il 30 giugno 2020, indipendentemente da quando il Licenziatario è stato incorporato / registrato.

Ad esempio, un Licenziatario che è stato incorporato dopo l’entrata in vigore del Regolamento sulle sostanze economiche (ad es. maggio 2019) che ha fissato la fine dell’esercizio finanziario 31 dicembre 2019 dovrebbe presentare una notifica entro il 30 giugno 2020.

Cosa succede se il licenziatario è in procinto di liquidazione – deve comunque presentare una notifica?

I licenziatari che sono in procinto di liquidazione che svolgono un’attività rilevante e ne ricavano proventi rilevanti nell’anno di liquidazione, l’entità o i suoi liquidatori devono garantire il rispetto di tutti gli obblighi previsti dai regolamenti ESR, inclusa la presentazione di una notifica e di una relazione per il periodo fino alla liquidazione (ove applicabile).

Un’azienda dovrebbe solo guardare la propria licenza commerciale, licenza commerciale o permesso per determinare se intraprendono un’attività rilevante?

No, le imprese dovrebbero adottare un approccio basato sulla “sostanza oltre la forma” per determinare se svolgono o meno un’attività pertinente. Ciò significa guardare oltre quanto indicato sulla licenza commerciale, sulla licenza commerciale o sul permesso e fare una valutazione basata sulle attività effettivamente intraprese durante il Periodo Riportabile.

Un licenziatario dovrebbe considerare “l’utile contabile netto” per determinare se ha guadagnato o meno un reddito da un’attività rilevante?

No. Il reddito derivante da un’attività pertinente indica il reddito lordo derivante da tale attività come registrato nei libri e nei registri per il periodo di riferimento redatto secondo i principi contabili applicabili, incluso il reddito generato al di fuori degli Emirati Arabi Uniti e senza detrarre alcun tipo di costo o spesa. Nel contesto delle entrate derivanti da vendite o servizi, le entrate lorde indicano entrate lorde da vendite o servizi senza detrarre il costo dei beni venduti o il costo dei servizi.

In che modo il reddito ottenuto da un’attività rilevante può essere soggetto a imposta al di fuori degli Emirati Arabi Uniti?

Il reddito derivante da un’attività rilevante è considerato soggetto a imposta al di fuori degli Emirati Arabi Uniti dove:

  • Il licenziatario ha una presenza imponibile / stabile organizzazione in un paese straniero e riporta in tutto o in parte i redditi derivanti dall’attività pertinente nella dichiarazione dei redditi delle società presentata in tale paese straniero; o
  • Il licenziatario è una filiale degli Emirati Arabi Uniti di una persona giuridica straniera e tutti i redditi della filiale degli Emirati Arabi Uniti sono riportati nella dichiarazione dei redditi delle persone giuridiche straniere, anche se la giurisdizione estera esenta i profitti delle filiali dall’imposta sul reddito delle società.

Come si determina se un licenziatario è un licenziatario IP ad alto rischio?

Un licenziatario è un licenziatario IP ad alto rischio se riceve entrate da un bene di proprietà intellettuale (“IP”) e soddisfa tutti e tre i seguenti requisiti:

  1. Il licenziatario non ha creato l’asset IP che detiene ai fini della propria attività e
  2. Il licenziatario ha acquisito il bene IP da – a. Una società del gruppo o b. In considerazione del finanziamento della ricerca e dello sviluppo da parte di un’altra persona situata in una giurisdizione straniera, e
  3. Il licenziatario concede in licenza o ha venduto il bene IP a una o più società del gruppo, oppure guadagna in altro modo entrate identificabili separatamente (ad esempio royalties, diritti di licenza) da una società del gruppo straniera in relazione all’uso o allo sfruttamento del bene IP.

Per ulteriori informazioni sui licenziatari IP ad alto rischio, consultare la Guida alle attività pertinenti.

Che cos’è una “Capogruppo”?

  1. detiene la maggioranza dei diritti di voto nel licenziatario; o
  2. ha il diritto di nominare o rimuovere la maggioranza dei consigli di amministrazione del Licenziatario; o
  3. controlla da solo, in virtù di un accordo congiunto con altri azionisti o soci, la maggioranza dei diritti di voto nel Licenziatario; o
  4. ha il diritto di esercitare, o effettivamente esercitare, influenza diretta dominante o controllo sul Licenziatario.

Che cos’è una “società madre per eccellenza”?

L’entità che:

  1. possiede direttamente o indirettamente un interesse sufficiente nel Licenziatario, in modo tale che sia tenuto a redigere bilanci consolidati secondo i principi contabili generalmente applicati nella sua giurisdizione di residenza fiscale, o sarebbe così richiesto se i suoi interessi azionari fossero negoziati su una borsa valori pubblica in la sua giurisdizione di residenza fiscale; e
  2. non vi sono altre entità nel gruppo che possiedono direttamente o indirettamente una partecipazione descritta nella sottosezione (a) sopra nell’entità in (a)

Che cos’è un “Ultimate Beneficial Owner”?

Un individuo che possiede direttamente o indirettamente il venticinque percento (25%) o più del capitale sociale del Licenziatario. Un licenziatario può avere uno o più Ultimate Beneficial Owners

In quali casi un licenziatario può essere residente fiscale al di fuori degli Emirati Arabi Uniti?

Una persona giuridica degli Emirati Arabi Uniti (ad esempio una LLC o PJSC) è considerata residente fiscale al di fuori degli Emirati Arabi Uniti se un altro paese tratta l’entità degli Emirati Arabi Uniti come una società locale ai sensi della propria legislazione sull’imposta sul reddito delle società (di solito sulla base di un test di tipo centrale di gestione e controllo) e il reddito dell’entità EAU è soggetto all’imposta sul reddito delle società nel paese straniero a causa della sua residenza fiscale lì.

FONTE UFFICIALE: https://www.mof.gov.ae/ – Strategic and International Partnership