Affittare casa a Dubai: tutto quello che devi fare

Ho pensato che fosse utile scrivere una piccola guida per tutte le persone che devono affittare casa a Dubai. Visto che vivo qui da anni, mi sembra d’obbligo dare qualche dritta per assicurare ai nuovi residenti di fare un buon affare e di non incappare in brutte sorprese.

Finalmente ti sei trasferito a Dubai e hai trovato un lavoro. Ora devi trovare un posto dove vivere. Un posto da chiamare casa. Gli Emirati Arabi Uniti offrono qualsiasi tipo di soluzione: da palazzi maestosi a piccoli monolocali, tutto è a disposizione in base al tuo stile di vita e al tuo budget.

L’ aspetto grandioso di questo paese è la sicurezza: qualsiasi zona tu scelga, vivrai una vita assolutamente tranquilla. 

Prima di iniziare la ricerca, ci sono però 5 importanti considerazioni che devi fare:

  • Budget: Quanta parte del tuo reddito familiare puoi destinare all’affitto?
  • Trasporti: Intendi spostarti in macchina o utilizzare i mezzi pubblici per andare avanti e indietro?
  • Servizi: Cerchi una palestra e una piscina nelle vicinanze?
  • Community: Che tipo di quartiere stai cercando? È più per famiglie o per single?
  • Servizi: La vicinanza ai supermercati e ai ristoranti è importante per te?

Rispondi a queste domande preliminari e vedrai che la ricerca della tua casa a Dubai sarà più semplice.

Adesso vediamo cosa devi fare per trovarla step by step.

Step 1

Cerca annunci immobiliari sui vari portali. Puoi anche verificare andando di persona nei singoli edifici per parlare con il concierge o rivolgerti alle community board nei supermercati.

Esistono diversi siti che puoi consultare, per esempio:

Sulla maggior parte di questi siti, è possibile possibile scegliere il budget e il numero di camere come filtro per restringere la ricerca. Ricordati che l’affitto è una voce di spesa molto importante per il tuo bilancio familiare, per molti costituisce addirittura circa il 30-40% del reddito totale. Inserire il filtro budget è un imperativo.

Molti tra single e giovani coppie, optano per monolocali o appartamenti con una camera da letto in luoghi più accessibile ai trasporti pubblici, ai ristoranti, ai parchi e ai centri commerciali. Ma, se cerchi qualcosa di più grande, ci sono anche case con quattro e cinque camere da letto.

Step 2

Quando si tratta di affittare casa a Dubai per la prima volta, è importante organizzare una visita in loco con il proprio agente immobiliare. È meglio fissarla durante il fine settimana, ti aiuterà a farti un’idea migliore dell’atmosfera della zona. Cerca di essere lì almeno un’ora prima, in modo da poter trascorrere del tempo passeggiando per il quartiere. Potresti persino parlare con alcune persone, compresi i vicini. La gente a Dubai di solito è felice di avere una breve conversazione.

Una volta entrato nella casa che vuoi prendere in affitto, è importante verificare questi punti:

  • Sistema di sicurezza come telecamere, guardia e citofono
  • Lo stato dell’appartamento: piastrelle, aria condizionata, camino della cucina, rubinetto dell’acqua, ecc.
  • Verifica se la manutenzione è a carico del proprietario o dell’inquilino
  • Controlla se i serbatoi dell’acqua vengono puliti ogni sei mesi.
  • Le camere sono abbastanza spaziose? Porta con te un metro, ti aiuterà quando arrederai l’appartamento.
  • Parcheggio

La maggior parte degli edifici offre palestra e piscina. Il che è fantastico ma controlla se sono puliti e ben mantenuti.

E, soprattutto, assicurati che il tuo agente immobiliare sia registrato presso l’Agenzia di regolamentazione immobiliare (RERA). Richiedi il suo numero di broker.

Step 3

Se tutti gli aspetti e le caratteristiche della casa ti soddisfano, devi negoziare l’affitto annuale. La contrattazione è accettabile. Quindi, non esitate a spingere. Alcuni proprietari abbasseranno l’affitto se si accetta di pagare con meno assegni: a Dubai è consentita l’emissione di assegni post-datati e solitamente è tramite questi che si paga il canone annuale di locazione.

Quando scegli la casa da affittare a Dubai, tieni in forte considerazione la comodità del percorso per raggiungere il tuo posto di lavoro. E, infine, se hai un animale domestico verifica che il proprietario e l’edificio lo consentano.

I contratti di locazione sono su base annuale, quindi dedica del tempo a valutare tutte le opzioni. L’annullamento di un contratto prima del completamento potrebbe comportare perdite per te.

Considerazioni e consigli finali

Se non ti senti sicuro della scelta, puoi sempre cercare affitti a breve termine, ad esempio appartamenti in hotel. Se invece hai trovato la casa giusta, blocca la villa o l’appartamento che desideri affittare pagando il deposito cauzionale. Per prenotare la proprietà, dovrai versare un deposito cauzionale rimborsabile (di solito un mese di affitto). Se rinunci a firmare il contratto per qualsiasi motivo, l’importo del deposito cauzionale verrà trattenuto dal proprietario.

Documenti necessari per avviare la procedura del contratto di locazione:

  • Copia del passaporto
  • Copia del visto di residenza

Nota importante: scatta foto della proprietà vacante al fine di richiedere l’intero importo del deposito cauzionale alla fine del contratto di locazione. Chiedi una ricevuta una volta effettuato il pagamento del deposito cauzionale. Assicurati anche che tutte le spese di servizio in sospeso sulla proprietà siano state saldate, specialmente quando si tratta di comunità chiuse. Altrimenti, potresti non ottenere servizi come l’eliminazione dei rifiuti.

A seguito del pagamento del deposito cauzionale, il tuo agente ti porterà il contratto di locazione. Controllalo e consegnalo insieme agli assegni per l’affitto e al pagamento dell’agente. Chiedi le ricevute, sempre. Il contratto di locazione sarà firmato dal proprietario e ti verrà consegnata una copia dello stesso, insieme a chiavi di casa, carte di accesso e quant’altro richiesto.