Dubai Expo 2020: sbirciatina ai padiglioni più promettenti

Ci stiamo sempre più avvicinando al Dubai Expo 2020, evento durante il quale Dubai accoglierà le nazioni di tutto il mondo in quello che si preannuncia essere uno tra gli incontri più futuristici di questo secolo. Come già ampiamente trattato in questo blog, il tema dell’Expo sarà Collegare le menti e creare il futuro, concetto che trova già una concreta espressione nella crescita urbanistica della città. C’è grande attesa per scoprire come saranno i padiglioni dei singoli paesi, visto e considerato il tema decisamente creativo. Ho avuto la fortuna (e il privilegio) di dare una sbirciatina in anteprima ai diversi progetti. Naturalmente, non posso fare altro che condividere quello che ho scoperto con i lettori del mio blog!

Ecco quindi i progetti che mi hanno colpito di più.

Spagna

Ambientato all’interno del distretto dedicato alla sostenibilità di Dubai Expo 2020, la soluzione di Amann-Canovas-Maruri, studio con sede a Madrid, per il padiglione spagnolo presenta una serie di strutture coniche progettate per facilitare l’isolamento termico e acustico. Costruito utilizzando materiali riciclabili come legno, ferro e tessuto e facendo riferimento alle tradizionali tecniche di isolamento in combinazione con soluzioni innovative, la struttura ospiterà uno spazio espositivo nel seminterrato che si collegherà alle aree pubbliche aperte per l’intrattenimento. Il Padiglione racconterà anche il passato arabo-ispanico della Spagna, riferendosi in particolare al periodo di dominio islamico tra il 711 e il 1492, che viene spesso descritto come “l’età d’oro” della tolleranza religiosa ed etnica tra le tre religioni abramitiche.

Arabia Saudita

Il padiglione dei nostri vicini di casa enfatizzerà brillantemente le aspirazioni del Regno. L’attenzione dell’Arabia Saudita sull’allontanamento da un’economia basata sul carburante e le sue recenti trasformazioni sociali saranno ben documentate. Il padiglione del Dubai Expo 2020 offrirà, letteralmente, una chiara visione sul cambio di paradigma in atto. Mentre il paese si apre al turismo, sarà la porta perfetta per presentare ciò che l’Arabia Saudita ha da offrire al mondo. Ospitando un’esperienza immersiva nella trasformazione del Regno, una massa diagonale e monolitica sorgerà da terra, disegnata pensando all’incontro tra le tradizioni dell’Arabia Saudita con il futuro. Esternamente, numerosi schermi digitali copriranno la superficie.

Svezia

Progettato da Alessandro Ripellino Architects, Studio Adrien Gardere e Luigi Pardo Architetti, con sede a Stoccolma, il design del padiglione riunirà influenze occidentali e orientali. Ispirandosi alla natura, con centinaia di installazioni in legno che rappresentano i tronchi degli alberi, darà l’impressione di camminare attraverso una foresta nordica. A pian terreno ci saranno le aree pubbliche, le mostre e i caffè, mentre gli uffici e le sale conferenze saranno sollevati in alto, proprio come le case sugli alberi, formando un tetto sopra il padiglione. La geometria islamica contaminerà il design degli schermi reticolari in legno che le rivestiranno. Simile ai mashrabiya, questi schermi offriranno ombra dal sole e creeranno un gioco di luci abbagliante, non lontano dall’effetto visivo del sole che filtra attraverso le verdi foreste della Svezia.

Brasile

Progettato grazie alla collaborazione tra gli studi di architettura Ben-Avid, JPG.ARQ e MMBB Arquitetos, il padiglione del Brasile regalerà un’esperienza completamente immersiva che porterà i visitatori nei fiumi, nelle acque e nella natura del paese. Circondato da un bacino d’acqua poco profonda e avvolto da una tensostruttura in tessuto bianco leggero, il padiglione diventerà un anfiteatro in mezzo alla natura. I fiumi, i paesaggi infiniti dalla rigogliosa vegetazione verde e cieli azzurri saranno proiettati sulla tensostruttura e si specchieranno sull’acqua sottostante. E se ciò non fosse abbastanza magico, i visitatori potranno camminare in mezzo all’acqua ed essere completamente circondati dalle proiezioni e dai loro riflessi. Una vera immersione nella natura. Oltre all’idea, qui mi ha colpito il significato di questa scelta: viste le ultime drammatiche evoluzioni della questione climatica e ambientale, a breve la natura per l’uomo potrebbe diventare solo un miraggio.

Piccola anteprima tricolore

La scorsa settimana, durante la festa per il 73° anniversario della Repubblica Italiana (festeggiamenti posticipati al 18 giugno per concomitanza con il Ramadan), la nostra console ha spoilerato alcune anteprime sul padiglione Italiano che sembra promettere davvero molto bene… Oggi non voglio anticipare nulla ma prometto che a brevissimo le racconterò in un articolo dedicato! Tieni sott’occhio il blog di OutstandingLife nei prossimi giorni! Stay tuned