Passaporto UAE: adesso è il più valutato del mondo

Il passaporto UAE è da poco diventato il più valutato e bene accettato al mondo. Il Global Passport Index, l’indice che valuta e classifica tutti i passaporti a livello globale, nel suo ultimo aggiornamento ha posizionato il passaporto degli Emirati Arabi Uniti al primo posto.

Lo Sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, vicepresidente degli UAE e Ruler di Dubai, ha dato il benvenuto alla notizia in un tweet nel quale si congratulava con il ministero degli esteri guidato da Sheikh Abdullah bin Zayed, che coordina non solo gli affari esteri ma anche la cooperazione internazionale. Questo storico risultato è frutto delle politiche attuate con il programma UAE Passport Force, nato con l’obiettivo di collocare il passaporto UAE tra i cinque più potenti al mondo entro il 2021. Obiettivo raggiunto con tre anni di anticipo: se pensiamo che solo nel dicembre 2016 il passaporto UAE era al 27° posto della classifica, il traguardo tagliato è davvero impressionante.

Benvenuti da tutto il mondo

Oggi, tutti i possessori di passaporto UAE possono entrare in 167 diversi paesi al mondo (cioè l’84% dei paesi presenti nell’indice) senza richiedere il pre-visto. Questo progresso senza precedenti è sicuramente il riflesso dell’importante statura internazionale degli Emirati Arabi Uniti.

Fino a poco tempo fa, questa zona del mondo era per lo più conosciuta per le sue errate accezioni di paradiso fiscale: una sorta di oasi delle tasse e nulla più. Di strada ne è stata fatta tanta e gli UAE negli anni sono diventati un vero e proprio polo per l’economia, la finanza e il commercio internazionale. Con particolare riferimento a Dubai, diverse aziende provenienti da tutto il mondo hanno delocalizzato negli Emirati, generando nuovi flussi e cicli di business. Le politiche aperte, la trasparenza commerciale, la burocrazia semplificata e una mentalità completamente business-oriented hanno permesso la nascita di un nuovo panorama, del tutto inedito, che ha valorizzato al massimo le opportunità offerte dagli UAE.

Chi c’è dietro alla classifica

Il Global Passport Index è una classifica stilata da Arton Capital, rinomata agenzia di consulenze internazionali, che stabilisce il ranking dei passaporti attraverso una piattaforma interattiva. Armand Arton, presidente e fondatore di Arton Capital, ha dichiarato che l’indice ha l’obiettivo di diventare un vero e proprio termometro dei rapporti internazionali tra i diversi paesi del mondo.

Rapporti internazionali

Gran parte del merito di questo successo è sicuramente da attribuire alle politiche estere, alla diplomazia e all’apertura verso la cooperazione. Giusto per fare un esempio, Dubai da poco ha stretto un forte rapporto con l’Italia, garantendo l’accesso ai database bancari, in ottica di supporto nella guerra all’evasione fiscale. Questa e altre iniziative simili hanno di fatto posizionato gli UAE non più come un paese “estraneo” e lontano ma come un partner affidabile e strategico.

Cosa riserva il futuro

Di contro alla bella notizia, rimane il fatto che, per uno straniero, ottenere il passaporto UAE è molto complesso. Ma questo ha poca rilevanza. Ciò che è davvero importante (cosa alla quale tutti dovremmo fare attenzione) è che gli UAE hanno compiuto un altro positivo passo verso il cambiamento non solo degli equilibri politici, ma anche dei mercati internazionali. La strada che ci troviamo di fronte prospetta opportunità che, se colte in anticipo, potrebbero assicurare un incredibile vantaggio competitivo. Il bello è che questo vale per tutti: imprenditori, investitori, professionisti e lavoratori dipendenti. Gli UAE stanno crescendo e le politiche innovative degli emirati sono destinate a condizionare fortemente anche gli altri paesi che decideranno di credere e scommettere su un futuro migliore, dove le sinergie internazionali non siano solo delle mere (o fittizie) collaborazioni ma dei veri e propri punti di incontro e di contatto dai quali possano nascere importanti evoluzioni, a favore dell’economia e della società.