Dubai Health Investment Guide: business e sanità

È stata da poco lanciata dal Duba Health Authority (DHA) la Dubai Health Investment Guide, un’iniziativa che mira a fornire a investitori e alle strutture sanitarie del settore privato tutte le informazioni relative alle necessità di servizi sanitari nell’Emirato: gli investimenti a Dubai nel settore medico stanno per ricevere una nuova spinta grazie all’intervento del governo. In sostanza, la guida mette in evidenza quelle che attualmente sono le aree più lacunose della sanità Dubai in modo che player e imprenditori internazionali possano comprendere quali siano le opportunità per avviare i propri business all’interno di questo mercato. La Dubai Health Investment Guide è uno dei punti chiave della più ampia Dubai Investment Startegy 2017-21, una strategia creata per incentivare e aumentare gli investimenti stranieri nel quadriennio 2017-2021 attraverso un preciso piano di incentivi e agevolazioni.

 

Il settore sanitario di Dubai: un mercato in crescita

Quando si parla di Dubai e di economia, i primi settori che vengono in mente sono sicuramente quello immobiliare, il turismo e il commercio in generale. Infatti, in pochi sanno che quello medico e sanitario è un mercato incredibilmente in espansione nell’Emirato. È importante premettere che tutto il sistema sanitario di Dubai è privato o privatizzato (non esiste sanità pubblica): i residenti, così come i visitatori devono avere un’assicurazione sanitaria per poter godere di cure in caso di bisogno. Il settore privato oggi fornisce il 79% dei servizi ambulatori e il 74% dei servizi ospedalieri. È altrettanto importante però chiarire che i costi per questa tipologia di assicurazioni sono molto contenuti. Parallelamente al sistema sanitario, si è sviluppato anche un ecosistema di cliniche e studi nei diversi settori: dalla chirurgia estetica alla neurologia.

 

Opportunità di business

La Dubai Health Investment Guide apre la strada alla partecipazione del settore privato all’assistenza sanitaria nella regione del MENA.  Il mercato sanitario di Dubai ha registrato una crescita straordinaria negli ultimi anni. Il numero di strutture sanitarie con licenza è passato da circa 2.800 nel 2014 a 3.100 nel 2018, riflettendo una crescita annua di circa il 4%. Tali strutture includono ospedali, centri sanitari specializzati, farmacie, centri diagnosi e centri dentistici. Nello stesso periodo, il numero di professionisti autorizzati è aumentato da 30.600 nel 2014 a 38.500 nel 2018, con un tasso di circa l’8% annuo. La crescita è fisiologicamente dovuta all’aumento della popolazione residente e all’introduzione dell’assicurazione sanitaria obbligatoria.

 

Vantaggi offerti dalla guida

Come detto a inizio articolo, la Dubai Health Investment Guide è in sostanza un’istantanea del sistema sanitario attuale che mostra sia lo stato dell’arte, che le tendenze dei pazienti oltre che una mappa delle attuali strutture attive. Grazie a questo “strumento” è più facile per investitori e imprenditori capire in che direzione o segmento investire i propri capitali. Considerando la crescente richiesta, la cosa si potrebbe rivelare essere un grosso affare. Ma c’è di più. C’è un aspetto che in occidente non è per niente conosciuto, ovvero il turismo medico. Anche se sembra strano, Dubai oggi è una delle principali mete per il turismo medico inrenazionale: i pazienti provengono in gran parte dal Medioriente e dagli Stati Uniti. I servizi più richiesti? Chirurgia estetica e servizi dentistici.

 

Ho voluto scrivere questo articolo in particolare per mettere in evidenza un aspetto che è di importanza fondamentale. L’Emirato di Dubai oggi rappresenta un universo di nuove opportunità di business che un imprenditore dovrebbe tenere fortemente in considerazione. Un ecosistema studiato e sviluppato per l’insediamento e la crescita di nuove aziende, nuovi mercati che fino a poco tempo fa si pensavano essere irraggiungibili, un’economia stabile e solida: questi sono gli ingredienti che oggi rendono i mercati di Dubai obiettivi da conquistare.