Chirurgia plastica a Dubai: un business emergente

Negli ultimi anni, quello della chirurgia plastica a Dubai è diventato un mercato emergente, che non solo attira numerose persone dall’estero ma si sta anche radicando bene tra i residenti. Non è un caso che il trend si stia sviluppando proprio in questo Emirato, capitale islamica che da tempo ormai ha aperto le braccia all’occidente sia in termini di business che culturali. Sarebbe però un errore classificare questo fenomeno come una colonizzazione dei costumi: è più che altro una contaminazione che mette le radici proprio lì dove due culture originariamente (e apparentemente) molto lontane s’incontrono. E come da tutti gli incontri nascono sinergie e progresso. In quest’articolo vedremo più da vicino questo settore per scoprirne i dettagli. Per farlo, ho chiesto il parere  a un esperto d’eccezione: il Dott. Matteo Vigo, uno dei primi medici italiani ad affacciarsi sul panorama healthcare negli emirati, opera a Dubai dal 2012 e dopo aver ricoperto il ruolo di Medical Director e Chief of Plastic Surgery presso l’American Academy of Cosmetic Surgery Hospital, dirige attualmente la clinica SKIN III in DIFC. Negli anni si e’ distinto per la sua passione per la chirurgia mammaria come mastoplastiche additive, lifting del seno e per la sua estesa esperienza nel settore della medicina estetica e nell’utilizzo pionieristico delle cellule staminali come trattamento antiageing.

 

I numeri e i motivi del successo

Come già descritto in un mio precedente post, Dubai è diventato uno degli Healthcare Hub del Medioriente grazie all’altissimo livello di specializzazione, competenza e alla qualità dei servizi. Chirurgia estetica e trattamenti non invasivi di medicina estetica hanno una forte richiesta anche oltre confine: il 30% dei pazienti è un Medical Tourist, proveniente dagli altri paesi del golfo ma anche dall’Europa e Asia. L’aspetto interessante è che gran parte dell’attrattività esercitata dalla chirurgia estetica a Dubai nasca grazie a un marketing targettizato verso la clientela di giovane età, sempre più interessata alle nuove tendenze e all’innovazione.

 

Chirurgia plastica a Dubai: le procedure più richieste

Entrando nel particolare della domanda, notiamo che tra le procedure di chirurgia estetica a Dubai la fa da padrona il Body contouring: liposuzione, addominoplastica e body lift, sia per il sesso maschile che femminile. C’è una ragione anche per questo: la cultura araba infatti è colpita drasticamente dal fenomeno dell’obesità dovuto a stile di vita sedentario, cibo spazzatura e poca attività fisica. In seconda posizione ci sono gli interventi al seno.

La richiesta sta aumentando tantissimo anche per gli interventi meno invasivi come filler e tossina botulinica, che permettono dei tempi di recupero decisamente più veloci rispetto agli interventi classici. Naturalmente il progresso tecnologico ha permesso alle diverse tecniche di compiere un vero e proprio balzo in avanti qualitativo. Nella liposuzione, ad esempio, la procedura rimane la stessa ma esistono svariati macchinari in grado di diminuire il decorso postoperatorio e ottenere risultati migliori in tempi più rapidi. Visto che da poco si è concluso il 37 Gitex, per rimanere in tema vorrei citare anche i nuovi software 3d che grazie alla realtà virtuale permettono ai pazienti di vedere i risultati che l’intervento scelto può portare.

 

I cambiamenti della chirurgia plastica a Dubai

Negli ultimi anni il settore cosmetic è diventato molto più regolamentato, così come l’ospedaliero in generale. Anche la sensibilità sull’argomento da parte delle popolazione locale ed expat è cresciuta di pari passo grazie a una proficua diffusione delle informazioni attraverso i media tradizionali e i social network. Inoltre, la formazione professionale ha prodotto servizi di altissima qualità e sempre aggiornati con le più recenti innovazioni.

 

Sanità: futuro fiore all’occhiello di Dubai?

La chirurgia plastica a Dubai è solo una delle specializzazioni di un settore sanitario che evolve e migliora a velocità impressionante. E’ il risultato di un’azione del governo orientata verso l’obiettivo di diventare un punto di riferimento internazionale per la sanità e soprattutto per la prevenzione. Per raggiungere tale traguardo, oltre a giganteschi investimenti, sono state avviate collaborazioni con i più importanti istituti del mondo: sempre più spesso vengono ospitati luminari in campo medico, chirurgico e scientifico per acquisire il loro know-how. Per ultimo, ma decisamente non meno importante, va sottolineato che il personale medico delle diverse strutture sanitarie Dubaine è formato da professionisti provenienti da diversi paesi e supportato da strutture e strumentazione d’avanguardia.