Vaccini a Dubai: ecco come funzionano.

Perché parlare di vaccini a Dubai? Negli ultimi mesi in Italia si è accesa la polemica sui vaccini. Giornali e televisioni hanno raccontato le diverse posizioni di una legge che ha creato, a ragione o torto, molto scompiglio. Mi sembrava quindi interessante raccontare quale fosse la situazione negli Emirati riguardo a questa tematica importantissima, non solo perché tocca la salute di tutti, ma soprattutto perché i diretti interessati sono i bambini.

Chi delocalizza la propria attività a Dubai, generalmente si trasferisce con tutta la famiglia. Certe domande quindi sorgono spontanee.

 

Come funziona il sistema della vaccinazioni a Dubai?

Anche se raccomandati da tutti i pediatri del paese attraverso media e campagne dirette nelle scuole, ad oggi i vaccini a Dubai non sono obbligatori. Di conseguenza, se non li avete vaccinati, i vostri figli possono comunque avere accesso ai diversi istituti: nessuna scuola può vietare l’ingresso. In ogni caso, al momento dell’iscrizione, le scuole richiedono una copia del Medical Immunisation Record (libretto dei vaccini, è sufficiente quello italiano) di ogni alunno. A partire dai 5 anni di età sono le scuole a proporre le vaccinazioni seguendo le direttive della Dubai Health Authority (DHA): estendere i vaccini al maggior numero possibile di bambini.

 

Il calendario delle vaccinazioni

Il calendario delle vaccinazioni a Dubai è molto simile a quello italiano. I vaccini somministrati sono gli stessi, cambiano programmazione e frequenza dei richiami. Molto importante sapere che anche se si risiede negli emirati è possibile seguire la calendarizzazione italiana, basta consegnare la tabella al pediatra di riferimento.

Di seguito, il calendario delle vaccinazione valido in tutti gli UAE:

NEONATI (due iniezioni)
Nelle prime 24 ore:
BCG (tubercolosi)
HBV (epatite B)

2 MESI (due iniezioni)
Hexavalent Vaccine (vaccino esavalente che comprende difterite, tetano, pertosse, epatite B, Haemophilus influenzae tipo B (poliomelite)
Pneumococcal (pneumococco)
Rotavirus, oralmente

4 MESI (due iniezioni)
Hexavalent Vaccine (vaccino esavalente che comprende difterite, tetano, pertosse, epatite B, Haemophilus influenzae tipo B (poliomelite)
Pneumococcal (pneumococco)
Rotavirus, oralmente

6 MESI (due iniezioni)
Hexavalent Vaccine (vaccino esavalente che comprende difterite, tetano, pertosse, epatite B, Haemophilus influenzae tipo B (poliomelite)
Pneumococcal (pneumococco)

12 MESI (una iniezione)
MMR (morbillo, orecchioni, rosolia)
Chickenpox (varicella)

18 MESI (due iniezioni)
Pneumococcal (pneumococco)
DTP (difterite, tetano, pertosse)
HIB (Haemophilus influenzae tipo B)
Poliomelite

2 ANNI (due iniezioni)
Hepattis A (epatite A)
Meningococcal (meningococco)

30 MESI (una iniezione)
Hepatitis A (epatite A)

4-6 ANNI (due iniezioni)
DTP (difterite, tetano, pertosse)
Poliomelite
MMR (morbillo, orecchioni, rosolia)
Chickenpox (varicella)

9 ANNI (una iniezione)
HPV (papilloma virus) per le bambine

Programma di immunizzazione per ragazzi dai 7 ai 18 anni
Td/Tdap all’età di 11-12 anni per coloro che hanno completato la serie di vaccinazioni DTP/DTaP durante l’infanzia.
Vaccino coniugato meningococcico (MCV4) all’età di 11-12 anni e all’età di 13-18 anni se non precedentemente vaccinati.
Serie di 3 dose di epatite B se non precedentemente vaccinati
Serie di 2 dosi di varicella se non precedentemente vaccinati o non hanno contratto la malattia
HPV (papilloma virus) per le bambine tra gli 11 e i 16 anni

vaccini a dubai

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vaccini a Dubai: ai cittadini la scelta.

Come abbiamo visto, la questione dei vaccini a Dubai è meno articolata di quanto lo si possa pensare. Ciò che la rende particolare è il fatto che i cittadini sono liberi di scegliere. Di contro però, il governo spinge molto affinché le vaccinazioni siano fatte da tutti. Mi astengo dal dare giudizi perché quando si parla di questo genere di cose, così private e personali, è giusto che si rispetti l’opinione e soprattutto le scelte di tutti. Detto questo, penso che tra non molto l’Authority possa decidersi a dare un giro di chiave alla normativa verso l’obbligatorietà. Ad oggi le vaccinazioni non sono ancora imposte, ma la promozione dell’informazione e della sensibilizzazione ne sta diffondendo l’utilizzo come se a tutti gli effetti lo fosse.