Iva a Dubai 2: le aziende sono pronte?

Lo scorso maggio ho pubblicato un articolo per spiegare tutti i dettagli dell’introduzione dell’iva a Dubai (invito tutti quanti a rispolverarlo). Ma le aziende che operano a Dubai si sono preparate all’imminente cambiamento? Sembra proprio di no! A testimoniarlo un recente sondaggio della Thomson Reuters e Association of Chartered Certified Accountants (ACCA). Vediamo allora insieme qual’è ad oggi la situazione.

 

Iva a Dubai: qualcosa di nuovo

Mi sembra il caso di premettere che appare abbastanza normale questa iniziale situazione di confusione/ritardo. A Dubai le tasse non esistono da sempre, quindi introdurre in un sistema del genere una tassa non solo inedita ma anche mediamente complessa da capire o da gestire è sicuramente uno shock. Infatti, pare che il 75% delle aziende non si sono ancora rivolte a nessun consulente fiscale e ben l’88% non ha ancora preso in considerazione un nuovo piano di bilancio che comprenda l’iva. E non è tutto: Il 16% delle aziende non ha ancora minimamente pensato all’impatto dell’introduzione dell’iva a Dubai sul sistema economico, il 7% è convinto che non influirà sul proprio business. Il 68% è in attesa di ulteriori chiarimenti da parte del governo.

 

Cosa stanno facendo e cosa faranno le aziende

La maggior parte delle aziende non ha aggiornato le proprie piattaforme gestionali per la nuova tassa e circa un terzo di queste non è dotata di un sistema informatico adatto per gestirla. Proprio alla domanda su come si intende impostare la gestione dell’iva, più o meno la metà delle aziende intervistate ha risposto che verrà dedicato un ufficio fiscale interno, il 36% si rivolgerà a un consulente esterno per seguire il proprio ufficio dedicato e solo il 13% demanderà totalmente la gestione a professionisti esterni.

 

Iva a Dubai: dove eravamo rimasti

Invito nuovamente gli interessati a fare riferimento al mio precedente articolo per scoprire tutti i dettagli dell’introduzione dell’iva a Dubai. Voglio però dedicare qui qualche parola ad un punto delicato che in molti oggi mi chiedono di chiarire. Come mai sarà introdotta l’iva a Dubai? Innanzitutto è importante ricordare che stiamo parlando di un imposta pari al 5% del valore del prodotto (percentuale lontanissima da quelle europee). Il Governo Dubaino ha scelto di applicare questa nuova tassazione per un motivo solo: diminuire ulteriormente la dipendenza dall’instabilità dal prezzo del petrolio (già nel 2014 il 69% del PIL di Dubai derivava da settori non-oil). L’iva sarà applicata alla vendita della maggior parte dei prodotti e servizi. Tuttavia sono previste eccezioni e agevolazioni per alcuni settori come:

  • Istruzione
  • Sanità
  • Servizi sociali
  • Energie rinnovabili
  • Tecnologia

Interessanti le parole del Ministro dell’Economia Sultan Al Mansouri per spiegare la decisione:

“Si prevede che nel primo anno l’IVA produrrà 12 billion di dirham, e fino a 20 billion durante il secondo anno dalla sua introduzione. La riduzione della dipendenza dai proventi del petrolio, la ricerca di altre fonti di reddito, la razionalizzazione della spesa e il miglioramento degli investimenti in settori e progetti strategici, porteranno una crescita ulteriore per i settori non-oil, che si prevede raggiungerà il 4.6% nel 2020”. 

 

Iva a Dubai: il consiglio di OutstandingLife

Ovvio che a noi italiani, abituati ad avere a che fare con l’iva da sempre, la questione sembra priva di difficoltà. Come scritto poche righe sopra, altra cosa è per un sistema economico e fiscale che fino ad oggi ha viaggiato completamente su diversi binari. Non solo le aziende locali ma anche quelle delocalizzate in una delle tante freezone possono trovarsi in difficoltà nella gestione contabile.  Ormai si sa che la mission di OutstandingLife è semplificare la vita agli imprenditori e alle aziende.

Per questo motivo, da settembre OutstandingLife offrirà un nuovo servizio di tenuta contabile IVA per le società di Dubai. Pensato per agevolare le società di dimensioni più piccole, che non hanno le risorse interne necessarie per tenere la contabilità, il servizio è una soluzione intelligente per affrontare nel modo migliore l’imminente arrivo dell’ iva a Dubai. Chi volesse informazioni può sempre contattarmi, sarò felice di rispondere.