Vivere a Dubai: quartieri per tutti i gusti e tutte le tasche

Cosa significa “Vivere a Dubai”? Dubai è la città per eccellenza sinonimo di lusso e benessere, che attira ogni anno milioni di turisti e sempre più persone scelgono di acquistare casa in quest’oasi esclusiva nel deserto. Chi la conosce e chi ci vive sa però che Dubai ha mille volti, è una realtà dove tradizione e culture antiche convivono con la modernità e servizi d’eccellenza. La verità è che esistono possibilità per tutte le tasche, l’Emirato, al contrario dell’immagine collettiva diffusa internazionalmente, non è un mondo riservato unicamente ai ricchi.

In questo articolo voglio raccontarti quali sono i quartieri più IN e ricercati ma anche dove si possono trovare soluzioni economiche per comprare o affittare appartamenti. Naturalmente puoi già reperire online, su diversi portali dedicati al Real Estate quali Investireadubai.com (per citarne uno), delle classifiche che danno questo tipo di informazioni. Io a Dubai ci vivo e penso che il punto di vista di chi vede certe cose con i suoi occhi è una testimonianza migliore, e più umana, sulla questione.

 

Vivere a Dubai: dove sono le case più economiche?

In questo momento, i quartieri più economici sono anche tra i più popolari, sto parlando di Jumeirah Park/Jumeirah Island e Dubailand. In queste zone di Dubai, a mio avviso molto belle, si possono trovare appartamenti con una stanza (one bedroom) ad un affitto di 63/64 mila aed all’anno, mentre le soluzioni “misura famiglia” (two bedroom) si aggirano in una forbice che varia dagli 80 mila ai 95 mila aed annuali. Jumerirah Park è un quartiere decisamente residenziale dove le nuove costruzioni sono studiate e realizzate proprio per garantire alle famiglie alti standard e ottima qualità della vita. Ovvio, come in tutte le cose, i prezzi cambiano a seconda dell’immobile e possono alzare l’asticella che ho indicato, però rimangono comunque più bassi rispetto ad altre aree di Dubai.

 

Vivere a Dubai: i quartieri più esclusivi

Vediamo ora i quartieri più esclusivi che hanno contribuito (e continuano a farlo) a creare la reputazione luxury di Dubai. Dubai Marina, che si affaccia sulla vista mozzafiato della costa e degli arcipelaghi artificiali, JLT, Down Town Dubai, Business Bay e Jabel Village sono i luoghi dove il lusso si esprime davvero in tutte le sue forme e i prezzi salgono. Infatti, per esempio, l’affitto per una soluzione con una stanza a Dubai Marina solitamente parte da 116 mila aed all’anno, se invece ci interessano le two bedroom, allora dobbiamo prepararci a spendere almeno 184 mila aed per dodici mesi di locazione. A Downtown Dubai le tariffe si gonfiano ancora fino ad una media di 222 mila aed annuali per una casa con due stanze.

 

Vivere a Dubai: quali quartieri tenere d’occhio

Dubai è in continua espansione, la popolazione cresce in modo eterogeneo, cambiano quindi le necessità e le disponibilità, di conseguenza il mercato si adegua. Recentemente hanno preso forma dei nuovi quartieri molto interessanti che non solo sono molto belli e vivibili ma propongono anche degli incredibili prezzi per gli affitti. Jabel Ali Village, Gardens e Discovery Gardens stanno vedendo le richieste di casa aumentare velocemente. I prezzi sono molto approciabili, ovvero tra gli 81 mila e i 85 mila aed all’anno. L’affitto più basso lo possiamo trovare a Dubai Silicon Oasis dove con 78 mila aed possiamo avere le chiavi di una one bedroom per un anno e con 120 mila aed per una two bedroom.

 

Vivere a Dubai: quali sono le tendenze?

I quartieri più trendy sono e credo lo saranno per sempre molto ricercati dalla popolazione ricca del mondo: rimangono comunque il cuore di uno status symbol che ha fatto del lusso il suo stendardo principale. Tuttavia i quartieri più recenti stanno registrando tantissime richieste e offrono comunque alti standard.

Cosa significa?

I residenti di Dubai oggi cercano soluzioni alternative a prezzi più convenienti, accessibili alle diverse fasce di reddito. L’emirato sta evolvendo e apre sempre di più le proprie porte ad una popolazione variegata, non più solo imprenditori facoltosi e sceicchi ma anche professionisti, architetti, camerieri, operai e studenti.

Insomma, lo dico con piacere, Dubai sta cambiando, la sua anima però non cambierà mai.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *